STEFANO MASCHERONI 

 

è nato il 28 gennaio 1969 a Trento. All’età di due anni l’intera famiglia si è trasferita a Bolzano per motivi di lavoro del padre Costante. La musica è stata da subito la sua passione ed il suo modo di trasmettere pensieri ed emozioni. Da qui parte la storia…con una valigia d’artista tutta da riempire… Ha cominciato a scrivere canzoni abbastanza precocemente ed a tredici anni già nascevano le prime composizioni. Ma avere le canzoni solo su carta ed incise artigianalmente su cassetta non bastava. C’era il desiderio di esternare queste emozioni alla gente di tutti i giorni. Ecco allora le prime esibizioni con gruppo…in oratorio, in parrocchia ed alle feste degli amici. Tra queste prime composizioni troviamo “Io amo solo te”, canzone dedicata all’amore di quel tempo, canzone che ritroveremo nel secondo disco e nel nuovo in uscita tra pochi mesi con un nuovo e travolgente arrangiamento. A sedici anni arriva la prima esperienza discografiche a Milano grazie ad una produzione curata da Massimo Salerno, già arrangiatore dei primi dischi di Mango e Leandro Barsotti. Le due canzoni registrate in quell’occasione furono Io amo solo te e Quando sono triste, pezzi che potemmo definire storici…. Con queste canzoni partecipò alle selezioni di Castrocaro e Sanremo Famosi. Intanto di canzone in canzone il bagaglio di emozioni aumentava e la valigia  era un po’ più piena. Sono gli anni ’80 della dance “buona” come dice lui, musica di cui tutt’ora rimane innamorato, ma sono anche gli anni di sfrenato amore per la musica di Claudio Baglioni, Gianni Togni e della musica cantautorale in generale. Per Baglioni però rimarrà sempre un capitolo a parte e distinto da tutti…Conserva ancora un “plettro” utilizzato dal ragazzino di “’51 Montesacro” ad un concerto a Rimini e non dimentica un solo istante le giornate passate ad ascoltare il “Claudio” che lo ha sempre spronato a migliorarsi vocalmente e nella composizione. In questi anni partecipa a decine e centinaia di concorsi, rassegne, festival per cantautori e cantanti emergenti. Tre questi il Concorso internazionale FESTIVAL DI SAN MARINO (Con riprese RAI e differita su Radio Gamma), Festival nazionale di CARAMANICO TERME (Presidente di giuria M. VINCE TEMPERA), Festival CITTÀ DI CARMAGLIOLA (Con riprese e messa in onda in differita di VIDEOMUSIC), Concorso nazionale PAVANELLO  (vinto  due  volte  con  riprese  RAI),   Concorso  nazionale   VIBR-AZIONE (Compilation distribuzione nazionale), Concorso nazionale PREMIO RINO GAETANO (Con differita su TELELOMBARDIA), Concorso nazionale FESTIVAL DEGLI SCONOSCIUTI di Teddy Reno e Rita Pavone (Finalista nazionale).

 

Attraversa l’Italia da cima a fondo portando la sua musica e la sua energia: spesso vince ed altrettante volte perde…l’importante é partecipare ed imparare dagli altri. Il suo impegno nel volontariato e con i giovani è una strada parallela a quella musicale. In questi anni si dedica spesso a serate di beneficenza, organizzando e suonando in concerti per raccogliere fondi da devolvere a situazioni disagiate.

Con il procedere di queste iniziative si rende però conto che spesso vengono male interpretate e dopo alcuni anni interrompe questa attività con una triste constatazione: se a cercare di fare del bene con la propria arte è un personaggio famoso tutti ad applaudire, se invece è un artista semi-sconosciuto….All’inizio degli anni ’90 nasce il nuovo gruppo: la Blu Band. Oltre che essere un gruppo di suonatori la Blu Band è un gruppo di buoni amici che si divertono a stare insieme, fare musica ed a fare concerti. E’ uno dei momenti più belli che rimarranno sempre nel suo cuore. Arriva l’anno 1993 ed arriva anche il primo disco. Registrato a Brunico in una settimana da panico esce “L’anima di quaggiù “, titolo che descrive bene lo stato d’animo di Stefano, la sua voglia di coinvolgere ed emozionare chi gli sta vicino in questa continua contrapposizione tra terra e cielo tra vissuto e spirituale. Segue un tour che lo porterà in tutta la regione ed in alcune zone d’Italia. Il successo è buono, l’esperienza cresce e la famosa valigia continua a riempirsi….  In questi anni entra nella “scuderia” di Roberto Danè, produttore milanese di fama, business affair di Ron, Pooh, Antonello Venditti e Fiorella Mannoia. Sembra veramente l’anno buono per andare a Sanremo: la canzone già scelta, le variazioni richieste eseguite, manca solo da fare il video….ma qualcosa succede e tutto si blocca. Problemi con Pippo Baudo si dirà….Per Roberto Danè scrive ed adatta alcune sue canzoni per altri artisti che andavano a San Remo. Siamo al 1995, un anno speciale per l’evento che lo coinvolge in prima persona. Arriva il Santo Padre a Trento, e Stefano è chiamato a scrivere appositamente un paio di canzoni per la giornata d’incontro con i giovani. L’entusiasmo è alle stelle e la gioia dell’incontro non ha paragoni. 20.000 giovani ed un uomo tutto vestito di bianco, ascoltano le due canzoni. Ad accompagnarlo in quell’occasione c’è un gruppo di amici trentini. Da musicista e cattolico, dirà sempre, "...è l’esperienza più straordinaria e coinvolgente che si possa vivere...." L’anno successivo, il 1996, è quello del secondo disco “Di passaggio per salutare”, produzione curata dall’etichetta discografica trentina Studio 33. Anche in questo caso segue un tour in tutta la regione, in Italia ed all’estero. Il concerto di presentazione va in onda su RAI TRE ed alla serata partecipa Bracco di Graci come ospite d’onore. La musica piace e la valigia si riempie ancora un po’…. 

 

Sempre in questo periodo partecipa  alla trasmissione Lunapark su RAI UNO in qualità di concorrente ed a due Karaoke con FIORELLO e FIORELLINO su ITALIA 1. Successivamente verrà chiamato per partecipare al Super Karaoke con FIORELLO in prima serata su CANALE 5nel quale si piazzeràal secondo posto. L’anno successivo, il 1997, da una svolta alla sua vita artistica. Si diploma come autore e compositore presso il CET, la scuola per artisti fondata da MOGOL. E’ l’esperienza che maggiormente imprime un cambiamento nella vena creativa di Stefano.  Negli anni successivi partecipa a spettacoli con Mogol ed altri ragazzi della scuola ed instaura un rapporto diretto di collaborazione con il grande autore nel settore del management culturale. In questa scuola ha la possibilità di conosce molti artisti di livello e nomi di valore nazionale. Affianca GIANNI BELLA ed OSCARR PRUDENTE ai corsi per compositori dove presta la sua opera come assistente del docente. Conosce bene ed entra in amicizia con CHEOPE, OSCAR AVOGADRO, MARIO LAVEZZI e tanti altri. Proprio con Mario Lavezzi e Mogol sale sul palco ad un concerto a Bolzano al palasport dove proporrà con successo un paio di sue canzoni. Dal 1998 al 2000 sono anni che dedica al rapporto con il CET e con Mogol, organizzando manifestazioni artistiche. Nel marzo 2002 conosce il produttore/arrangiatore Robert Sidoli di Bologna già collaboratore di Dalla, Ron e Bersani, con il quale avvia un nuovo progetto artistico e discografico. Nel 2002 conosce un ottimo cantautore meranese, Claudio Tessari, che decide di produrre artisticamente e del quale ne cura il management. I risultati non mancano: finali nazionali a San Marino, tre volte sul palco del TIM Tour e tanto altro. Nel 2002 e 2003 partecipa al Concorso Nazionale dello Zecchino d'Oro insieme a BRUNO LAUZI come autore piazzandosi entrambi gli anni nei primi cento d'Italia.Il 2004 è l'anno di fondazione della CMG Scs e CMG Records con la quale avvia le prime produzioni  discografiche:  parte il  progetto  discografico  Scrivi la Pace – Schreibe den Frieden, Cd dedicato ai bambini con canzoni i cui testi sono scritti dai giovanissimi e musicate da Stefano. Il progetto nasce in collaborazione e con il patrocinio dell’UNICEF e da subito ha grande successo e riscontro. Nel 2004 si intensifica l'operato con Claudio Tessari col quale firma una serie di canzoni come co-autore dei testi e con il quale sviluppa un progetto discografico mirato.

Nel 2005 esce il la seconda edizione di Scrivi la Pace di cui scrive le musiche ed anche questo è un grande successo. Porta a Milano Claudio Tessari da molti colleghi musicisti e produttori ed imbocca la strada buona per firmare un contratto con un’importante etichetta nazionale.

Nel 2006 esce il la terza edizione di Scrivi la Pace di cui scrive le musiche ed anche questo è un grande successo soprattutto perchè il concorso diventa a carattere Nazionale.

Il 2007 vedrà la luce anche del progetto MUSICA & SOLIDARIETÁ (già partito con gli spettacoli nel 2006) che preannuncia l’uscita del suo nuovo CD nel quale ci sono le prestigiose collaborazioni di vari artisti. 

Intanto ha avviato una bella collaborazione con Roberto Pacco autore di canzoni di grande successo del panorama Nazionale pop per autori quali Ornella Vanoni, Fausto Leali, Mario Lavezzi, Dolcenera (Festival di Sanremo 2006). Si dedica molto ultimamente alla scrittura di brani per altri artisti che propone periodicamente ad editori di Milano e dintorni.

Il 2007,2008 e 2009 segnano l’uscita della quarta, quinta e sesta edizione di Scrivi la Pace, nelle quali figura come autore delle musiche.

Il 2010 è l’anno di uscita del nuovo Cd FACILE “..tanto sofferto e tanto pensato” come spesso dice lui, un Cd che contiene tanta musica e tanti spunti per pensare agli altri…un Cd che sostiene una campagna di informazione in tema di Alzheimer…la malattia che ha colpito la madre e che lo ha profondamente cambiato…

Il disco è stato co-prodotto dall’Etichetta trentina Gulliver Studio e dall’etichetta altoatesina CMG Records. La pre-produzione è stata eseguita con la collaborazione del produttore/arrangiatore bolognese ROBERT SIDOLI già collaboratore di LUCIO DALLA, RON, SAMUELE BERSANI. Al disco partecipano gli artisti BRUNO LAUZI,  (come co-autore di un brano)  MASSIMO VARINI, (già produttore, autore e chitarrista di NEK), GORAN KUZMINAC, (cantautore) PATRIZIA MILANICARLO SIMONI del Teatro Stabile di Bolzano, ANDREA CASTELLI. Nel Cd è presente uno spot video del premio Oscar GIUSEPPE TORNATORE.

Il disco è stato distribuito in 17.500 copie con il giornale Alto Adige.

Nel 2011 Stefano si esibisce in concerti e serate per presentare il Cd.

Il 2012 è l’anno di uscita del nuovo Cd “COME GINO BARTALI”.

Il Cd contiene tanta musica e tanti spunti per pensare agli altri, sostiene una campagna di informazione in tema di Alzheimer (la malattia che ha colpito la madre e che lo ha profondamente cambiato) e vede la partecipazione di artisti nazionali di peso quali OTTAVIA PICCOLO, GORAN KUZMINAC, FRANCO FASANO, PATRIZIA MILANI, MANFRED SCHWEIGKOFLER, ADELE MORODER, ROBERTO PACCO.

 

Arrangiato dall’amico e musicista Valerio De Paola con la partecipazione del sax di Fiorenzo Zeni. Prodotto dall’Etichetta Studio33 di Povo il disco è stato distribuito in 16.500 copie con il giornale Alto Adige.

Dal 2013 Stefano si esibisce in concerti e serate per presentare il Cd.

Nel 2014 ha iniziato il progetto MUSIC TIME con un ragazzo diversamente abile con il quale utilizza la musica e la creatività artistica come strumento terapeutico e riabilitativo. Con lui sta scrivendo una serie di canzoni, lo porta in studio di registrazione per incidere i brani e ne cura tutto l’aspetto formativo. Il Cd completo uscirà nel 2015.

Nel 2014 lavora molto ad un nuovo progetto discografico che gli è molto caro e che riguarda la musica pop cristiana. Il titolo è “PERCHÉ IL MONDO CREDA” e l’uscita è fissata per il 19 Dicembre 2014. Il Cd viene distribuito abbinato al settimanale Diocesano il Segno in occasione dei 50 anni del settimanale stesso. Partecipano al Cd GIUSEPPE CIONFOLI, ROBERTO BIGNOLI E DON GIOSY CENTO. Il Cd verrà utilizzato dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Bolzano-Bressanone come strumento per diffondere i messaggi del Vangelo sul territorio e tra i giovani.

La famosa valigia è quasi piena…ma c’è ne pronta subito un’altra…..